BURGER KING - Compensation Kit

Case History

 

Nome Cliente
 
BURGER KING RESTAURANTS ITALIA
 
Referente
 
 
Francesco Zuffo
Head of HR, Brand Standards&Training


 

"BKRI è una realtà molto giovane, nata nel 2015, con un piano di espansione molto aggressivo. Sin dai primi momenti ci siamo domandati quanto potesse essere prioritario investire in sofisticati processi e strumenti di mappatura e pesatura delle posizioni nell’organizzazione. 
 
Il confronto con OD&M, realtà aperta e flessibile, ci ha permesso di venire a conoscenza di uno strumento, il Compensation Kit, che rispondeva e risponde tuttora in maniera più che efficace al bisogno di semplicissimo utilizzo con un’ottima base dati e rappresentatività."

 

Il progetto raccontato da OD&M
 

È il 4 dicembre 1954, quando a Miami James McLamore e David Edgerton aprono il primo BURGER KING®. Dopo soli tre anni nasce il WHOPPER®, l’hamburger più famoso della catena. Nel 1963 BURGER KING® apre fuori dagli Stati Uniti, a Puerto Rico. Ma il viaggio continua, raggiungendo il Canada sei anni più tardi e finalmente l’Europa, nel 1975 a Madrid e nel 1999 a Milano. Oggi, la catena del Re è presente in Italia con oltre 150 ristoranti.

Già da due anni l’azienda si avvale di Compensation Kit, l’indagine retributiva di OD&M Consulting. 

La semplicità di utilizzo di Compensation Kit ha permesso all’azienda di avere un confronto efficace con il mercato senza per questo dover ricorrere preliminarmente ad un sofisticato e complesso lavoro di classificazione delle posizioni. 

Compensation Kit consente infatti di ottenere un benchmark retributivo con un semplice job matching. Allo stesso tempo, la sezione web dello strumento permette degli approfondimenti molto verticali, attraverso l’incrocio di più variabili, quali per esempio il comparto, la Provincia dove ha sede l’Azienda, l’età o l’anzianità professionale della figura che si sta monitorando, la dimensione aziendale etc. Grazie all’algoritmo statistico elaborato da OD&M è semplice gestire in contemporanea tutte queste variabili. 

Tutto ciò, unito alla solidità del database, permette all’azienda di ottenere dei benchmark retributivi puntuali e gestire efficacemente le retribuzioni delle key people. 

CHIUDI